Mancanza d’empatia in amore: come mai?

da , il

    Mancanza d’empatia in amore: come mai?

    Mancanza d’empatia in amore, come mai? Innanzitutto specifichiamo che l’empatia è la capacità di sentire ciò che sente l’altro, capacità che portando a immedesimarci nelle gioie e nei dolori del partner ci rende anche più sensibili nei suoi confronti. L’empatia induce infatti compartecipazione e compassione per l’altro, nel rispetto della propria autonomia. Si intuisce come rappresenti una caratteristica essenziale di un qualunque rapporto di coppia, ma come mai, in alcune relazioni, è totalmente assente o quasi?

    La mancanza d’empatia in amore può dipendere da numerosi fattori, sarebbe riduttivo ricondurla a una sola causa. Sebbene ogni persona sia un universo a sè, ci sono alcune caratteristiche personali nemiche dell’empatia. Per esempio chi è troppo cerebrale tende ad analizzare tutto e a trascurare spesso l’importanza delle emozioni con il risultato di faticare a capire le proprie e quelle della persona vicina. Difatti si ritiene che il giudizio preconcetto, che deriva dalla mente, ostacoli la comprensione profonda dell’altro. Chi manca di empatia fatica a mettersi nei panni dell’altra persona e per questo non riesce a soddisfarne gli eventuali bisogni e a instaurare una relazione basata sul rispetto reciproco e la condivisione, ma soprattutto sull’accettazione dell’altro così com’è. Chi non è empatico tende a desiderare che il partner cambi e che corrisponda a ciò che desidera.

    Ma tornando alle cause della mancanza d’empatia, quali sono? Una fra tutte il narcisismo, che rende il partner poco empatico concentrato solo su se stesso e incapace, quindi, di spostare l’attenzione sull’altro. Il narcisismo spesso nasconde una profonda insicurezza mascherata di fiducia in se stessi. E in realtà la mancanza di empatia è sempre dovuta a una difficoltà a fidarsi delle altre persone e di mettersi in gioco in un rapporto eliminando le maschere di protezione. Cosa difficile da fare soprattutto per le persone molto aggressive ed egocentriche che non vogliono scoprirsi empatici per timore di dover affrontare ferite profonde, preferendo dominare l’altro piuttosto che ascoltarlo e capirlo. L‘assenza di empatia può dipendere altresì da un’educazione molto conservatrice che induce una certa prepotenza e difficoltà a vivere il rapporto in modo democratico. Ovviamente lavorare sull’empatia è importante ma spesso per riuscirci e ottenere risultati, è indispensabile seguire delle terapie mirate che aiutino la persona a capire il perché di tanta freddezza emotiva.

    Dolcetto o scherzetto?