Matrimoni gay: i miti da sfatare [FOTO]

da , il

    Quali sono i miti da sfatare in materia di matrimoni gay? A rispondere allo scottante quesito ci hanno pensato Community Marketing & Insights, organizzazione di ricerca LGBT, e Gay Wedding Institute, società di pianificazione nozze, che hanno intervistato oltre 900 coppie omosessuali per verificare la loro adesione ai canoni tradizionali e il loro modo di intendere la cerimonia nuziale. Ecco quindi la lista dei miti da sfatare

    I matrimoni gay sono uguali a quelli etero

    I matrimoni gay non sono affatto uguali a quelli etero, meno del 15% degli omosessuali segue i rituali tradizionali. Nella maggior parte delle nozze LGBT non c’è spazio per damigelle d’onore, portatori di fedi, lanci del bouquet e tantomeno per balli scatenati. Le percentuali parlano chiaro, solo il 35% dei gay e il 58% delle lesbiche si concede alle danze, men che meno con papà e mamma!

    I matrimoni gay sono particolarmente sfarzosi

    matrimony-gay-sfarzosi

    Si è soliti pensare che i matrimoni omosessuali siano particolarmente sfarzosi, in realtà gli etero spendono molto di più e hanno un numero nettamente superiore di invitati alla cerimonia. Solo il 28% dei gay intervistati ha dichiarato più di 100 ospiti e solo il 4% ha impiegato budget al di sopra dei 96mila dollari… le nozze faraoniche sono esclusiva delle coppie gay famose!

    Le nozze gay sono più costose di quelle lesbiche

    Niente di più errato, le coppie lesbiche sono molto più spendaccione degli amici gay… giovani e vecchi! Dal sondaggio risulta che le donne omosessuali spendono il 15% in più rispetto ai maschietti, alle lesbiche fare festa piace davvero da impazzire!

    Le coppie gay anziane spendono più dei giovani per le nozze

    gay-anziani

    Viene spontaneo pensare che le coppie gay mature abbiano maggiore disponibilità economica rispetto ai giovani e siano quindi predisposte a spendere di più per i loro matrimoni. La verità è tutt’altra, gli omosessuali più giovani spendono ben il 32% in più di quelli anziani.

    Nei matrimoni gay sono rispettati i ruoli di genere

    I ruoli di genere nei matrimoni gay sono pressochè inesistenti, basti pensare che gli sposi, si tratti di maschi o femmine, indossano gli stessi abiti. Solo il 4% delle coppie omosessuali e il 36% di quelle lesbiche optano per completi da cerimonia nuziale come da tradizione!

    I genitori di coppie omosessuali sono ostili alle nozze

    Anche se fino a qualche anno fa questo mito era ancora veritiero, oggigiorno per fortuna le cose sono cambiate. All’incirca un terzo delle lesbiche intervistate ha un sostegno finanziario da parte dei genitori rispetto al 14% dei gay. L’opinione pubblica evidentemente è mutata e così l’atteggiamento dei genitori LGBT.

    Il padre accompagna la sposa all’altare

    spose-lesbiche

    Nei matrimoni etero il padre è solito accompagnare la sposa all’altare… in attesa del legittimo “sostituto”! Tra gli omosessuali non accade niente del genere, d’altronde nelle nozze LGBT riconoscere la sposa non è così automatico e a volte capita persino che di spose ce ne siano troppe o proprio nessuna! Ben il 78% dei gay e il 59% delle lesbiche preferiscono raggiungere “l’altare” mano nella mano, senza “intrusioni parentali”!

    I matrimoni gay sono organizzati da ditte gestite da omosessuali

    Questo è un mito molto diffuso tra gli etero, ma del tutto infondato! Agli sposini LGBT non interessano affatto le preferenze sessuali degli organizzatori di nozze, il 46% degli intervistati ha dichiarato di tener conto solo della loro personalità!

    Durante la pianificazione dei matrimoni omosessuali tutto fila liscio

    Una su quattro coppie omosessuali è vittima di discriminazioni durante la pianificazione del matrimonio. Non di rado vengono accolte con frasi del tipo “non sei il benvenuto qui ” o si ritrovano costrette a compilare più e più volte moduli concepiti solo per gli etero.

    Ai gay non importa se i wedding planner non hanno portfolio con immagini di coppie LGBT

    Anche questa è una diceria, agli omosessuali interessa eccome poter consultare un portfolio che tenga conto delle loro esigenze, con tanto di foto nuziali di coppie LGBT. Ben il 70% delle coppie gay e lesbiche dichiarano di ritenerlo molto importante.

    Le unioni civili omosessuali sono incentivate

    Secondo il sondaggio le coppie omosessuali che intendono sposarsi con rito civile, oltre a non essere riconosciute dal governo federale, si vedono destinate ben pochi fondi per le loro cerimonie. Tuttò ciò a riprova di quanto ancora la società attuale sia discriminante nei loro confronti, preferendo di gran lunga le unioni etero.