Pansessualità: cosa significa e differenze con la bisessualità

Facciamo chiarezza su cosa significhi essere pansessuali, cosa che in molti si saranno domandati dopo l’outing di Miley Cirus. I pansessuali sono le persone che amano e sono attratte dagli altri, indipendentemente dalla loro identità di genere: per questo non vanno confusi con i bisessuali, anche se la differenza può sembrare minima.

da , il

    Pansessualità: cosa significa e differenze con la bisessualità

    Quando Miley Cirus ha fatto outing dichiarando di essere pansessuale, in molti si saranno chiesti: ‘Ma cosa significa pansessuale‘? La pansessualità è un orientamento sessuale caratterizzato da una potenziale attrazione che sia estetica, sessuale o romantica per le persone, indipendentemente dal loro sesso e identità di genere. Quel “pan”, prefisso greco, sta proprio a indicare infatti “il tutto”. Essere pansessuali però non significa essere bisessuali come molti possono pensare. Scopriamo di più su questo orientamento sessuale e le differenze con la bisessualità.

    Pansessualità: il significato

    Alla persona pansessuale non interessa affatto il genere a cui appartiene la persona dalla quale è attratta. Diciamo che non ha delle “prede” prestabilite a priori. Possono essere uomini, donne o transessuali. Per questo differisce dalla bisessualità: mentre il bisessuale prova attrazione per maschi e femmine, il pansessuale abbatte la discriminante del genere sessuale. Sono attratte dalle persone, indipendentemente dal loro sesso. In questo senso molti pansessuali si considerano coloro che amano in maniera più completa lasciando tutto l’interesse focalizzato sul carico emotivo di una persona, sulle sue capacità intellettive. Per molti è semplicemente l’attrazione verso l’unicità che è presente in ognuno di noi.

    Pansessuale-bisessuale: qual’è la differenza

    Spiegato tutto ciò adesso capiamo meglio la differenza tra pansessuale e bisessuale. Le persone bisessuali sono attratte sessualmente e sentimentalmente sia dagli uomini che dalle donne, e sono capaci di avere relazioni sessuali con entrambi i sessi. Le persone pansessuali possono essere sessualmente attratte da individui sia maschi che femmine in egual modo ma anche da coloro che si identificano come intersessuali, appartenenti al terzo sesso, androgini, transessuali e da tante altre identità sessuali e di genere.

    Un bisessuale sa di innamorarsi sia di una donna, che di un uomo; un pansessuale, invece,si innamora della persona che gli è piaciuta, in quanto essere con una personalità, un carattere. Insomma è una forma di amore e di attrazione a 360 gradi, nell’accezione più completa, che va oltre le differenze di genere e una forma di sessualità totalmente libera. Il sinonimo di pansessuale non è né bisessuale, né transessuale e men che meno omosessuale. E’ la completezza nel senso più ampio del termine, proprio come rappresenta la bandiera della pansessualità che accanto al blu e al rosa pone il colore giallo.