Passione in automobile? Ora è un reato

da , il

    Passione in automobile

    La passione in automobile è una cosa molto comune per i giovani. Si sa: un bacio tira l’altro e soprattutto all’inizio di una relazione non si bada molto a dove ci si trova. Sappiate però che questo è un reato vero e proprio, a meno che la macchina non abbia i vetri oscurati. Nessuna preoccupazione però per ben 8 giovani su 10, che non se ne fanno un problema, continuando imperterriti ad amoreggiare nelle loro automobili. E’ una realtà che emerge da un sondaggio condotto dal portale Studenti.it, su un campione di 1.270 votanti tra gli iscritti alla sua community.

    Il 76% dei ragazzi ha dichiarato lasciarsi prendere dal momento e, quando in compagnia del partner, di non badare troppo a dove ci si trova. Solo per il 14% degli intervistati la macchina è troppo scomoda e per un 10% addirittura immorale.

    Una recentissima sentenza della cassazione aveva infatti condannato due giovani per essersi messi ad amoreggiare in macchina in un parcheggio. L’imputazione è stata quella di atti osceni in luogo pubblico.

    Per alcuni è stata una decisione esagerata ma sappiate che questo è un vero e proprio reato e come tale è stato trattato.

    “La decisione della Cassazione non si discute”, ha sottolineato al portale Studenti.it l’avvocato Raffaele Del Gaudio. “Se per alcuni potrà sembrare romantico, fare l’amore in auto, pure se alle 3 di notte nel parcheggio di una discoteca, integra esattamente il reato di atti osceni in luogo pubblico ex articolo 527 del codice penale. E non rappresenta in alcun modo una discriminante il fatto che l’auto è di proprietà degli amanti o che l’atto si sia svolto a tarda ora. Se la decisione della Cassazione ha suscitato un così vivo dibattito, una ragione deve pure esserci e si potrebbe forse ritenere che il ‘sentimento’ dei cittadini dinanzi a condotte simili stia cambiando”.