Passione, l’attrazione è più forte se si dorme separati

da , il

    Letti separati per il bene della coppia

    Letti separati sì o letti separati no, questo è il problema. Secondo una statistica della National Association of Home Builders molti coniugi fanno fatica a dormire nello stesso letto, tanto che nel 2015 la maggior parte delle coppie americane sceglierà di dividere il talamo nuziale. Ma c’è di peggio. Questo studio prevede che nei prossimi anni, verranno previste delle case con due camere da letto, non una per gli sposi e una per i bambini, ma entrambe per lui e per lei. Trovo che sia drammatico. È vero che spesso tra lei che ha il sonno leggero e lui che russa, dormire è alquanto complesso, ma decidere di avere due camere non credo sia una soluzione sana per eventuali problemi di coppia.

    Eppure lo studio non parla di problemi di relazione o crisi di coppia, è solo un modo per convivere in modo sereno, senza sentirsi costretti dalle abitudini altrui. E poi dovrebbe accendere di più il desiderio di incontrarsi, magari proprio nel cuore della notte da lui o da lei.

    Insomma, gli esperti sostengono che questa cosa possa aumentare il desiderio. Voi che ne dite? Avete vissuto o state vivendo un’esperienza simile? Vorreste mandare il vostro partner in un’altra stanza? A me sembra una punizione, ma forse è davvero un modo per non trovarsi a scegliere la separazione, quella vera.

    Se però guardiamo al cinema, anche nell’ultimo film di Sex and The City si parla di avere due appartamenti (lì, fanno sempre le cose in grande), per dividersi e prendersi una pausa di riflessione mensili. Forse non è poi così sbagliato, certo che visti i costi delle case italiane non saranno molti a poter fare questa scelta.