Perché lasciarsi è così difficile? Le 7 paure più comuni

Perché lasciarsi è così difficile? Scopriamo le 7 paure più comuni di uomini e donne. Lasciarsi è difficile perché costringe a rimettersi in discussione e a cambiare rotta. Alcune paure in particolare sono molto diffuse al momento della separazione, come quella della solitudine o del futuro. Scopriamone insieme 7 che ricorrono spesso.

da , il

    Perché lasciarsi è così difficile?

    Perché lasciarsi è così difficile? Scopriamo le 7 paure più comuni di uomini e donne al momento della separazione. Lasciarsi è complicato per tutti perché si tratta di un momento che rimette in discussione l’esistenza, le scelte passate ma anche future, e che costringe a farsi carico di emozioni scomode come la sofferenza. Inoltre mette in moto tutta una serie di paure, dal timore di rimanere eternamente soli alla sensazione di non potercela fare senza il partner. Ecco 7 paure molto diffuse.

    La paura di non farcela

    paura separazione

    Soprattutto nelle relazioni di lunga durata può subentrare il timore di non poter vivere senza il partner, che ormai è diventato parte della propria quotidianità. L’idea di doverne fare a meno, nonostante i litigi e le incomprensioni, induce la coppia a rimandare il momento della separazione.

    Il timore di sbagliare

    paura di sbagliare

    Quando è meglio separarsi? Sicuramente quando si rimanda il momento per paura di sbagliare. Se il periodo di indecisione dura poco niente di male perché può aiutare a riflettere prima di interrompere per sempre il rapporto, se invece i dubbi continuano ad assillarvi a lungo, è probabile che siano fondati ma che non vogliate rendervene conto davvero.

    La paura di rimanere soli

    paura solitudine

    Un altro timore diffuso riguarda la solitudine, specialmente nelle donne e negli uomini che hanno superato gli enta. L’idea di lasciarsi dopo tanti anni e ritrovarsi single terrorizza molte persone, sebbene in realtà la vita da single possa risultare molto piacevole.

    La paura di cambiare rotta

    carattere e stile

    Una separazione comporta inevitabilmente un cambio di rotta nella propria vita: i piani che si erano fatti con il partner vanno in fumo e bisogna trovare il coraggio di voltare pagina e guardare avanti, in una nuova direzione. Questo cambiamento spesso procura timore.

    Il timore di ferire il partner

    paura di ferire lui

    Quando lasciarsi è la scelta più onesta? Quando si resiste per non ferire il partner, pur non amandolo più. In realtà questo atteggiamento è controproducente per entrambi, difatti una persona non innamorata tende a trattare il compagno in modo freddo e distaccato. E questo a lungo andare fa più male di una separazione.

    La speranza che qualcosa cambi

    speranza

    Molto spesso le coppie si aggrappano a speranze illusorie immaginando che nel giro di qualche tempo le cose si sistemeranno da sole. In realtà non avviene quasi mai perché se è una coppia è giunta al capolinea, la cosa migliore da fare è proprio separarsi.

    Il timore della sconfitta

    storia finita

    L’idea di non essere riusciti a far durare la relazione può indurre alcune persone a sentirsi sconfitte, inutili, incapaci. Ma la fine di un rapporto di coppia ha spesso a che fare con entrambi i partner e dipende da dinamiche particolari che non hanno necessariamente a che vedere con la personalità del singolo.