Poesie d’amore: le più belle di Emily Dickinson

da , il

    Emily Dickinson

    Oggi vi voglio proporre le più belle poesie d’amore di una poetessa molto famosa e apprezzata, Emily Dickinson. I suoi versi sono da sempre tra i più amati e dedicare una poesia d’amore è un gesto molto romantico che ancora oggi viene apprezzato. Purtroppo, con mail e sms, non è più tanto facile comunicare in modo diretto. Se volete conquistare e sorprendere la donna o l’uomo che amate la cosa migliore è prendere carta e penna e dedicare loro una poesia.

    Se io potrò impedire

    Se io potrò impedire

    a un cuore di spezzarsi

    non avrò vissuto invano-

    Se allevierò il dolore di una vita

    o guarirò una pena-

    o aiuterò un pettirosso caduto

    a rientrare nel nido

    non avrò vissuto invano.

    Che sia l’amore tutto ciò che esiste

    Che sia l’amore tutto ciò che esiste

    È ciò che noi sappiamo dell’amore;

    E può bastare che il suo peso sia

    Uguale al solco che lascia nel cuore.

    O frenetiche notti!

    O frenetiche notti!

    Se fossi accanto a te,

    Queste notti frenetiche sarebbero

    La nostra estasi!

    Futili i venti

    A un cuore in porto:

    Ha riposto la bussola,

    Ha riposto la carta.

    Vogare nell’Eden!

    Ah, il mare!

    Se potessi ancorarmi

    Stanotte in te!

    Amore tu sei alto

    amore, tu sei alto,

    e non posso scalarti,

    ma se fossimo in due,

    chissà mai, se allenandoci

    sul Chiborazo

    ducali, non potremmo alla fine raggiungerti?

    Amore sei profondo,

    e non so pavesarti,

    ma se fossimo in due

    invece di uno,

    la barca e il rematore, una suprema estate,

    chissà se non potremmo toccare il sole?

    Amore, sei velato

    E ben pochi ti scorgono -

    Sorridono, si alterano

    e balbettano e muoiono.

    Sarebbe assurda la felicità senza di te

    A cui dio pose il nome di eternità -

    Cuore, lo dimenticheremo!

    Tu e io, stanotte!

    Tu dimentica il calore che ti ha dato

    io scorderò la luce!

    Quando avrai finito, te ne prego,

    dimmelo, così che io cominci!

    Presto, presto! Potrei pensare a lui

    mentre tu perdi tempo!

    Camminare sempre al suo fianco -

    la più piccola dei due!

    Mente della sua mente,

    sangue del suo sangue,

    due vite – un solo essere – adesso.

    Assaporare sempre il suo destino:

    se dolore – la parte maggiore -

    se gioia – accantonare

    la mia porzione per quel caro cuore.

    Tutta la vita conoscersi l’un l’altra -

    noi che non potremo mai riuscirci -

    e poi un cambiamento -

    chiamato paradiso -

    folle di uomini in estasi

    che imparano a comprendere gli enigmi -

    senza vocabolario!