Poesie d’amore: le più belle per dichiararsi

da , il

    Poesie d'amore dichiarazione

    Oggi parliamo delle poesie d’amore per esprimere i vostri sentimenti. Se pensate che questo sia un modo desueto e ormai passato di conquistare che vi piace, vi sbagliate di grosso. Il romanticismo è ancora vivo nonostante sms e mail: il modo migliore per fare breccia nel cuore di una persona, soprattutto per gli uomini, è mostrare con maturità di non aver paura dei vostri sentimenti e di essere pronti tutto. Le poesie che vi proponiamo oggi sono quelle degli scrittori più famosi che certamente non lasceranno indifferente il destinatario delle vostre missive.

    ALLAN POE

    UN SOGNO DENTRO UN SOGNO

    Questo mio bacio accogli sulla fronte!

    E, da te ora separandomi,

    lascia che io ti dica

    che non sbagli se pensi

    che furono un sogno i miei giorni;

    e, tuttavia, se la speranza volò via

    in una notte o in un giorno,

    in una visione o in nient’altro,

    è forse per questo meno svanita?

    Tutto quello che vediamo, quel che sembriamo

    non è che un sogno dentro un sogno.

    Sto nel fragore

    di un lido tormentato dalla risacca,

    stringo in una mano

    granelli di sabbia dorata.

    Soltanto pochi! E pur come scivolano via,

    per le mie dita, e ricadono sul mare!

    Ed io piango – io piango!

    O Dio! Non potrò trattenerli con una stretta più salda?

    O Dio! Mai potrò salvarne

    almeno uno, dall’onda spietata?

    Tutto quel che vediamo, quel che sembriamo

    non è che un sogno dentro un sogno?

    COSTANTINO KAVAFIS

    Torna

    Torna sovente e prendimi,

    palpito amato, allora torna e prendimi,

    che si ridesta viva la memoria

    del corpo, e antiche brame trascorrono nel sangue,

    allora che le labbra ricordano e le carni ,

    e nelle mani un senso tattile si riaccende.

    Torna sovente e prendimi,la notte,

    allora che le labbra ricordano, e le carni…

    Fernando PESSOA

    Amo tutto ciò che è stato

    Fernando Pessoa

    Amo tutto ciò che è stato,

    tutto quello che non è più,

    il dolore che ormai non mi duole,

    l’antica e erronea fede,

    l’ieri che ha lasciato dolore,

    quello che ha lasciato allegria

    solo perché è stato, è volato

    e oggi è già un altro giorno.