Preservativo femminile, perché usarlo?

da , il

    preservativo femminle uso

    Non è un contraccettivo molto usato: è il preservativo femminile. Si chiama FC–female condom o conosciuto anche come Femidom ed è una sorta di guaina che la donna deve inserire prima di avere un rapporto, proteggendo così il suo corpo da un’eventuale gravidanza indesiderata e dalla trasmissione di malattie sessuali. Lo so, è un po’ strano pensare a un profilattico di questo tipo. In realtà, è proprio il corrispettivo “rosa” di quello che siamo abituati a vedere ed è efficace proprio come gli altri metodi di prevenzione. Ma perché usarlo quando siamo comode con un metodo tradizionale?

    Possono esserci numerosi motivi. Il primo tra tutti è la pigrizia maschile. Sono tanti gli uomini che desiderano non mettere il preservativo per non interrompere il rapporto o perché infastiditi. Purtroppo un corpo estraneo c’è sempre, ma è la donna che lo gestisce, proteggendosi senza dover chiederlo al partner. Ricordiamoci che le donne sono molto più vulnerabili all’Hiv.

    Lo so che non è un oggetto piacevole e seducente. Anzi, diciamola tutta: non è per nulla invitante, ma è importante che la salute, anche nei momenti di svago e piacere, sia messa al primo posto. Un preservativo di questo genere favorisce comunque un rapporto più naturale. A differenza del classico condom che va messo poco prima dell’amplesso, interrompendo l’atto sul più bello. Questo si può indossare molto prima, favorendo la spontaneità.

    Il preservativo femminile potrebbe essere un buon compromesso per la coppia, che decide di scegliere, come forma di contraccettivo, un preservativo. Ricordo, infine, un’ultima cosa: non presenta allergie perché ipo-allergenico.