Primo amore: quando lo troviamo in vacanza

da , il

    Il primo amore è sempre un ricordo dolcissimo che porteremo con noi tutta la vita: indipendentemente da come finisce la nostra storia, negli anni i ricordi brutti si disperderanno, lasciando posto solo a quelli più belli ed emozionanti. Ecco perché capita anche alle donne mature, in periodi di crisi o tristezza, di ripensare al loro primo amore. Spesso, quando si è molto giovani, le vacanze sono galeotte: può essere il bagnino, l’animatore o il compagno di giochi di sempre. Il nostro cuore comincia a battere all’impazzata e la mente si offusca…eh si, questo è proprio il primo amore!

    Detto così sembra facile: ma cosa fare se state vivendo proprio questa esperienza? E’ chiaro che le emozioni del primo amore ci fanno pensare che staremo con lui tutta la vita e ci pare impossibile che un sentimento così bello possa finire.

    I problemi poi si moltiplicano se abbiamo conosciuto il nostro amore in vacanza e se lui abita molto distante da noi. Certo iniziare una storia a distanza a 15 anni non è il massimo.

    Il mio consiglio è quello di scriversi, sentirsi ma tenere ben presente che tra poco la scuola ricomincerà e che, molto probabilmente, ritrovati gli amici di tutti i giorni potrete sentire il vostro amore più lontano.

    Non dimenticate che spesso un amore adolescenziale si può trasformare in una bella amicizia: cercate perciò di preservare il vostro sentimento, con rispetto e affetto per l’altra persona. Non si può biasimare un ragazzo di 16 anni che non se la sente di cominciare una storia seria e a distanza.

    Lasciatevi l’ultimo giorno di vacanza con la promessa di rivedervi il prossimo anno e ricordate che il mese che sta per iniziare vi riporterà nella vostra vita normale che magari potrà essere ricca di sorprese e battiti di cuore.