Quando il pc rovina i rapporti

da , il

    Per me la vera vacanza è spegnere pc e cellulare. Per lavoro sono sempre connessa, sempre presente, sempre davanti a questa macchina infernale. E la cosa peggiore è che quando non ci sono, ho l’ansia perché ho paura che mi arrivino delle mail importanti. Ma questa è vita? No di certo, eppure capita a moltissime persone. E sono sintomi chiamati “lavoro-dipendenza”. Lo rivela uno studio dell’Università di Sidney pubblicato su Work’s Intimacy, che mostra come questa mania da pc stia rovinando i rapporti tra le persone. Soprattutto tra le coppie.

    Una indigestione di affari, appuntamenti e impegni che può provocare stress e ansia e mettere in crisi il rapporto con i familiari, soprattutto con i figli più piccoli. Il dato arriva dalla ricerca condotta da Melissa Gregg su 26 lavoratori di grandi aziende a cui la rivoluzione digitale fatta di smart-phone, Facebook e Twitter ha finito per cambiare letteralmente la vita.

    “È una specie di lavoro ‘nero’, non riconosciuto e non retribuito – spiega Gregg – del quale prima o poi aziende e lavoratori dovranno tenere conto”. Addormentarsi con il pc portatile sulle gambe o guardare la posta prima del caffè sono un’abitudine diffusa. Pericolosi perché rompono la routine familiare.

    Foto tratte da

    ictblog.it

    wordpress.com

    medicinalive.com