Rapporti dopo i 45 anni? Pochi e veloci

da , il

    intimita dopo 45 anni

    Pare da un recente studio che i rapporti dopo i 45anni siano decisamente deludenti: diventerebbero così “meno frequenti, più brevi e di minore qualità” rispetto alla giovinezza. I rapporti inoltre si ridurrebbero in molti casi a uno a settimana della durata di 22 minuti circa, preliminari inclusi. Il sondaggio che ha svelato questi dati è stato effettuato su 1752 soggetti adulti: è così emerso che il 64% delle persone oltre i 45 anni, fatica a sentirsi sensuale e preferisce i rapporti veloci e fatti in stanze buie.

    Lo studio è stato commissionato da Kwai Garlic (azienda produttrice di integratori alimentari) ed è stato segnalato dall’edizione online del Telegraph. Per l’85 % delle persone over 45 il rapporto è limitato alla camera da letto e un quarto delle persone intervistate ha ammesso di non sentirsi più sensuale e che questa condizione ha fortemente limitato e modificato il loro approccio al rapporto.

    Il 70% si sente troppo grasso, il 24% a per problemi di salute e il 37% perché non ha più le stesse energie di un tempo.

    E quale sarebbe allora l’età migliore per il rapporto fisico? Secondo gli inglesi è a 36 anni, per maturità e conoscenza del proprio corpo. 32 anni è invece l’età della sperimentazione mentre mentre 29 anni è l’età in cui si hanno più energie.

    “Per gli over45 – sottolinea Iain Laing, portavoce di Kwai Garlic – il rapporto fisico dovrebbe essere considerato un esercizio fisico quotidiano da svolgere, oltre che per divertirsi in coppia, anche per il mantenimento di una salute ottimale del cuore”.

    Fotografia tratta da

    adesso-online.de