Seduzione, dal Crazy Horse alla scuola di Burlesque

da , il

    È tornato di moda il Burlesque, lo strip retrò, e ora torna a far parlare di sé il Crazi Horse, il tempo della seduzione parigina dove le donne si sono sempre esibite mostrando i loro favolosi (non sempre corpi). È qui che più di una volta Dita Von Teese ha mostrato la sua abilità nello spogliarsi, con grazia, e senza volgarità. Non si vede mai più del dovuto ed è la fantasia a trionfare. Forse è questo che serve un pochino alle coppie, dove con gli anni si perde la creatività. La School of burlesque di Mitzi Von Wolfgang, nata proprio a Milano, questa primavera ha ricevuto un boom di iscrizioni.

    Uno degli spettacoli più apprezzati è Passionata, il nome la dice lunga. Qui spogliarsi non è un gesto comune, magari anche un po’ sempliciotto, diventa un arte, grazie anche all’illuminazione che riveste le ballerine in un gioco di vedo e non vedo.

    Imparare l’arte dello streap significa anche imparare le tecniche di seduzione. In Italia stanno proliferando i corsi di Burlesque, alcuni si possono seguire in palestra direttamente, altri invece sono fatte in scuole dedicate, magari proprio di danza.

    Certo per far parte del Crazy Horse bisogna avere delle doti fisiche, ma per la scuola non c’è bisogno di molto. Ci vuole il giusto abbigliamento e qualche accessorio di contorno, perché la vera magia è far vedere quello che non c’è, è così che si riaccende la passione.

    Foto tratte da

    cofrase.com

    fastdates.com/

    virginmedia.com

    lasvegasmagazine.com

    verycool.it/