Seduzione: è una questione genetica

da , il

    Ci sono persone che hanno proprio il fascino da seduttore e non è solo una questione di aspetto. È la capacità con cui si relazione, il modo in cui si muovono. Tante volte non sono neanche bellissimi, eppure riescono a conquistare chiunque. Secondo i ricercatori della University of Western Australia di Crawley questa capacità è una questione ereditaria, chiamato “gene della seduzione”. Sembra proprio che nel patrimonio genetico che mamma e papà ci lasciano in regalo ci sia anche questo aspetto. Non so quanto sia vero, ma se lo dicono dei medici sarà sicuramente una scoperta scientifica.

    La ricerca è stata condotta su 150 studenti universitari, dei quali è stato analizzato il corredo genetico e ai quali è stato chiesto di compilare un questionario dettagliato riguardante la loro “vita amorosa”. Risultato: i soggetti che riscuotevano “maggiore successo” in amore, ossia avevano intrecciato maggiori relazioni sentimentali nel corso della loro vita, erano quelli dotati di un alto livello del gene di istocompatibilità Mhc, legato al funzionamento del sistema immunitario.

    Gli studiosi affermano che ancora non sia chiaro il motivo per cui i geni legati al sistema immunitario di una persona ne influenzino il successo con l’altro genere, ma è possibile che l’aspetto esteriore contenga degli indizi che rimandano ad un corredo genetico “più affascinante”. Però una cosa è certa, non basta un manuale per diventare Don Juan De Marco.