Stare insieme: quando non sopporti i suoi amici

da , il

    E’ importante essere un coppia non solo in privato, ma anche in pubblico e quindi sapersi relazionare con gli altri e non essere inopportuni. Ma la domanda chiave è chi sono gli altri? Ovviamente gli amici. Non è facile però riuscire ad avere un buon rapporto con la compagnia di lui e di lei se non li conosciamo e se sono un gruppo molto affiatato. È ancora più difficile se queste persone non ci vanno. Gestire la situazione è complessa. Vi racconto una mia esperienza persona: non posso vedere un amico del mio ragazzo. Ho capito che escluderlo dalla sua vita non sarebbe stato molto intelligente, così ci siamo accordati affinché lui lo riesca a vedere, quando vuole, ma in mia assenza.

    Insomma i compromessi possono essere molti. Non bisogna essere intransigenti. E quando notiamo che il nostro lui/lei regredisce in compagnia di certe persone a uno stato adolescenziale non c’è bisogno di farglielo notare davanti a tutti. E mai esporti a commenti pesanti. Limitati a fargli capire che con loro ti trovi a disagio, perché sono così diversi da te o perché li conosci appena.

    La cosa migliore sarebbe farsi amici e quindi invitali con voi la sera, magari organizza tu una cena. Non essere schizzinosa e adattati alle esigenze della compagnia. E se poi proprio vedi che non c’è nulla da fare, ti conviene discuterne con il tuo lui/lei. Inoltre, cerca di inserirlo con le tue amicizie e sottolinea le differenze.

    Dolcetto o scherzetto?