Storie estive occasionali per sei giovani su dieci

da , il

    storie estive occasionali

    Giovani troppo scatenati e troppo poco informati: secondo una recente indagine infatti, se ragazzi su dieci, in estate hanno delle storie occasionali, spesso non protette. Niente contraccettivi in valigia: spesso si parte in gruppo senza essere consapevoli dei rischi che si corrono ad avere rapporti occasionali non protetti. Una gioco molto pericoloso se si considerano i contagi sempre più frequenti e le interruzioni di gravidanza delle giovanissime.

    “Non si può mandare in ferie il cervello – dice il prof. Herbert Valensise, segretario nazionale SIGO -. Le minorenni sono responsabili da sole del 3,4% del totale di tutte le interruzioni volontarie di gravidanza e 3 volte su 4 chi contrae un’infezione a causa di rapporti non protetti è un giovane tra i 15 e i 24 anni. Il nostro obiettivo è sensibilizzare i giovani sull’importanza della prevenzione e dell’informazione. I mesi estivi sono quelli di massima allerta: lo riscontriamo a settembre nei nostri ambulatori dove si verifica un boom di accessi (+30%), per tentare di risolvere situazioni di crisi che si sono determinate nei mesi precedenti”.