Superare una delusione d’amore: non bisogna avere paura di chiedere aiuto

delusione amore

Le delusioni d’amore fanno male a tutte le età, ma quando si è molto giovani e fragili a volte non si sanno gestire. Per questo motivo cerchiamo di elaborare qualche consiglio per far fronte a un dolore, che spesso ricorda un lutto. È recente la notizia di una ragazzina di 15 anni che ha scelto il suicidio, per smettere di soffrire. Ha lasciato una lettera ai suoi genitori per spiegare il suo gesto privo di senso: le questioni di cuore e alcune difficoltà scolastiche le hanno fatto credere che quella fosse l’unica strada. Non c’è mai una sola strada nella vita e c’è sempre un modo per stare meglio. La prima cosa da fare però è non sentirsi vinti dalle difficoltà. Non bisogna credere che sia la fine, perché la vita continua anche senza di lui o di lei.

Affidarsi a chi ci ama

Quando finisce un grande amore e, soprattutto, si subisce la decisione della rottura, è necessario non isolarsi. È abbastanza normale rinchiudersi in sé e nel proprio dolore, ma non è un modo terapeutico per affrontare la delusione. Dire che passerà è inutile, perché quando si soffre ci si sente come in un buco nero. È importante però stare con le persone che ci amano: passate del tempo con le vostre amiche, sforzatevi di uscire e di continuare la vostra routine con normalità. E se tutti vi sembrano felici in coppia, non disperate. Riscoprite il piacere del tempo in famiglia: non c’è modo migliore per sentirsi coccolati.

Non analizzate la fine della storia

Si commette l’errore di rimuginare sul perché sia finita. Quando ben avete trovato una spiegazione, il dolore sarà sempre lì. È inutile cercare di capire quale sia stato il fattore scatenante della rottura: ha incontrato un’altra? Voleva qualcosa di diverso? È finito l’amore? Darsi o dare delle colpe non fa sentire meglio. Bisogna fare lo sforzo mentale di girare pagina. È vero, non è una cosa facile e la mancanza del partner si fa sentire in modo così pesante che diventa davvero un problema smettere di pensare a lui. Per questo motivo, è necessario tenersi impegnati: fare sport aiuta moltissimo, così come distrarsi con amici, uscire, stare in mezzo alla vita, che comunque continua.

Non aver paura di chiedere aiuto

Chiedere aiuto è normale ed è anche una cosa estremamente sana. Riconosce di avere un problema, di essere in difficoltà è già un passo verso la guarigione. Il mal d’amore è a tutti gli effetti una malattia, nel senso che se non è curato nel modo opportuno può far ammalare il corpo. In che modo? Ovviamente con stati depressivi, inappetenza, debolezza, ma anche febbre e indebolimento del muscolo cardiaco. Tutto questo può essere evitato affidandosi nelle mani di un amico che ha voglia di ascoltarvi o di un parente. Infine, c’è l’ultima alternativa, che consigliamo vivamente: andare da uno psicologo. Parlare con un esperto, che non ci conosce e non conosce la nostra storia è liberatorio e forse è anche la strategia più utile.

Foto di publicdomainpictures.net

Segui Pour Femme

Mercoledì 04/04/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Segui PourFemme
Scopri PourFemme
torna su