Tradimento, come riconoscere un infedele

da , il

    Tradimento e traditori, due parole che risuonano forti tra le coppie italiane, almeno quanto dimostra un recente sondaggio dell’Associazione avvocati matrimonialisti italiani (Ami) secondo cui il numero dei tradimenti coniugali è in costante crescita. Insomma non ci si accontenta del partner, si ha sempre bisogno anche di un diversivo, di ammazzare la noia con qualche scappatella. I numeri sono altri: il 55% dei mariti contro il 44% delle donne. Insomma, un italiano su due ha messo le corna. E lo so che ora vi viene un dubbio di essere parte di quel 50%, è umano.

    La maggior parte sono scappatelle (70%). Si tratta quindi di tradimento occasionale e prettamente fisico. Per alcune questa è una consolazione, il 30%, invece, è amore. E’ comunque una percentuale alta. Voi perdonereste mai e credete che esistano scappatelle di serie A e di serie B?

    Come si riconosce un traditore. Intanto guardando l’aspetto fisico. Una particolare cura del corpo può essere sospetta. Poi fate attenzione agli improvvisi impegni di lavoro: potrebbe restare fuori casa più del dovuto e magari anche la notte.

    Infine, state sempre attenti alla tecnologia. Telefonate sospette, messaggi continui e lui o lei che per rispondere si nascondono o chiudono la porta. Alla domanda chi? Niente hanno sbagliato numero, nessuno di importante, una cosa di lavoro (il sabato sera?). Queste le scuse più classiche.