Tradimento smascherato grazie al cane

da , il

    Oggi vi voglio raccontare una storia molto particolare di un tradimento scoperto grazie ad un cane. Anzi, per essere precisi grazie al microchip obbligatorio che va inserito ai cani per identificarne la provenienza e l’identità del padrone: utilissimo in caso di smarrimento o di abbandono, in questo caso è stato utilissimo anche per smascherare un fidanzato traditore. Come? Sentite questa incredibile storia. Il cane di 4 anni è protagonista della storia era stato adottato da cinque mesi da due fidanzati, lui genovese di 23 anni, lei una 20enne di Loano.

    Quando prendono il cane, il microchip viene intestato al nome della fidanzata, ma il cane in realtà va a vivere con il ragazzo che decide, dopo aver iniziato una relazione clandestina con una donna di Milano sposata, di regalare l’animale all’amante come pegno d’amore.

    E cosa avrà detto alla fidanzata? Chiaramente di aver smarrito il cane, mentre all’amante ha raccontato di averlo trovato durante un viaggio in Liguria e che sicuramente si trattava di un cane smarrito.

    Durante una visita veterinaria però la donna milanese riesce a rintracciare la legittima proprietaria del cane che credeva essere stato smarrito e le due donne decidono di vedersi per decidere con chi debba stare il cane.

    Vi lascio immaginare l’epilogo: chiaramente in pochi minuti la storia viene a galla e il traditore smascherato.

    La cosa più importante è che comunque il cane tornerà con la legittima proprietaria ma potrà anche trascorrere alcuni giorni a Milano con l’amante del ragazzo: la decisione è stata presa grazie all’intervento di Aidaa (Associazione italiana difesa animali ed ambiente).

    Della sorte del fidanzato non sappiamo nulla tranne che si è anche beccato una bella denuncia per abbandono di animale!