Tradimento, spiare il partner con la tecnologia

da , il

    tradimento1

    Ti sta tradendo? Non c’è bisogno di andare da un investigatore privato, ti basta utilizzare la tecnologia che hai in casa per difenderti dalle corna. Anzi, difendersi non è proprio il termine giusto, anche perché quelle purtroppo non dipendono da noi, ma solo dalla volontà del partner, però puoi scoprire se lui ha un’altra oppure no. La tecnologia spia. Ovunque lasciamo traccia del nostro passaggio, dal prelievo, alla strisciata della carta di credito, alla tessera del supermercato, figuriamoci poi le email e gli sms. Secondo un recente di Eliana Monti, moltissime donne ammettono di aver spiato almeno una volta la corrispondenza del partner. Ma quali sono i mezzi più usati?

    Ovviamente in cima alla classifica c’è il cellulare, al secondo posto (nei messaggi privati) c’è Facebook e infine le email. Sapete bene ragazze che io non vi consiglio mai questa tecnica per sapere se ha un amante, ma nel caso ormai la situazione sia degenerata e vi siate resi conto che tra di voi tutto si è esaurito e dobbiate sapere il perché, allora fatelo.

    Il più delle volte l’effetto sulla coppia è devastante perché può finire che troviate finalmente le prove e quindi che ci si avvii a una separazione, oppure che non ci sia nulla, ma che il partner si sia accorto che avete violato la sua privacy: è molto demoralizzante. Un’altra eventualità interpretare nel modo sbagliato le parole di una mail scherzosa, magari di una sola amica.

    È davvero una tecnica rischiosa, che non fa bene né a voi né a lui. E poi se vi tradisse, cosa potreste mai fare? Andate a svergognarlo dicendo che avete curiosato nella sua posta? Forse sì, ma non ci fate una bella figura.