Una donna su cinque guadagna più del marito‎ in America

da , il

    Donna e carriera

    La rivincita delle donne in carriera, ma anche semplicemente delle donne che lavorano. Perché ammettiamolo le signore con un impiego, a differenza della maggioranza degli uomini, non solo è presa nell’attività professionale, ma pure in quella domestica con la gratificazione di avere sempre un reddito inferiore al marito. Questa almeno la fotografia italiana. Una speranza si apre guardano in America, dove una moglie su cinque guadagna più del marito, e il 28% che ha un titolo di studio più alto. A sostenerlo è un rapporto del Pew Research center che traccia il cambiamento dei rapporti economici fra i coniugi nell’arco di 40 anni.

    Lo studio è stato condotto fra le donne di età compresa fra i 30 e i 40 anni, un gruppo che per la prima volta nella storia americana comprende più donne che uomini laureati. I mariti continuano a guadagnare di più nel 78% dei matrimoni, ma la percentuale delle mogli che portano a casa il maggiore stipendio è più che quadruplicata dagli anni settanta.

    Questi dati sono molto interessanti perchè dimostrano un cambiamento nella coppia. Probabilmente con il passare degli anni, il partner diventerà sempre meno mammone e più compagno, perchè una donna non può lavorare tutto il giorno senza collaborazione in casa ed equità dei ruoli.

    “E’ uno scenario senz’altro futuribile se visto dall’Europa, ma che comunque rappresenta un’indicazione importante che deve farci riflettere e che dimostra come le conseguenze della crisi economica non siano ancora valutabili”, commenta Isabella Rauti, capo dipartimento per le Pari opportunità della presidenza del Consiglio dei ministri. E’ importante quindi scegliersi il proprio ruolo in casa, senza imposizioni ed evitare di annullarsi per l’altro.