Una pillola per curare i disturbi venerei

da , il

    pillola disturbi

    L’eiaculazione precoce può essere un problema di testa, anche se, in realtà, spesso non è così: la notizia proviene dal Congresso della Societa’ italiana di urologia in di Rimini, dove è stata presentata anche una pillola specifica per questi problemi.

    Pensate che da studi recenti emerge che una larga fetta della popolazione maschile soffre di questi disturbi, anche in età molto giovane: il 20% dei maschi tra i 18 e i 70 anni soffre di eiaculazione precoce.

    Ma quello che stupisce è il dato secondo il quale il 90% degli uomini che soffre di eiaculazione precoce non ne parli con il proprio medico ma neanche con la partner.

    “L’eiaculazione precoce causa stress, disagio, imbarazzo, frustrazione, ansia, scarsa autostima, rabbia, insoddisfazione sessuale e difficolta’ nel rapporto di coppia e non puo’ essere sottovalutato. E’ necessario che i pazienti comprendano che non ci si deve colpevolizzare, la soluzione esiste, e’ un problema risolvibile” spiega il presidente Siu Vincenzo Mirone.

    Ma se il problema è di origine fisica c’è soluzione? Pare proprio di si: un aumento di serotonina a livello del sistema nervoso centrale e’ in grado di inibire l’eiaculazione ritardandola, spiega Mirone.

    Il frmaco per combattere l’eicaulazione precoce, lanciato anche in Italia si chiama dapoxetina: “La rivoluzione sta nel fatto che si tratta del primo farmaco approvato per il trattamento ‘on demand’ dell’Eiaculazione Precoce una risposta mirata al problema”, conclude Mirone.