Uomini e donne: due modi di vivere la fine di un amore

da , il

    Quando finisce un amore è sempre un momento di grande sofferenza per entrambi i partners: dirsi “basta” dopo anni e dopo aver fatto molti progetti insieme non è certo facile. Ma uomini e donne vivono la fine di un amore in modo diverso? Forse si, anche se naturalmente il dolore, manifestato o meno, è sempre lo stesso. Per una donna molto spesso, la fine di un amore viene vista un po’ come un fallimento: quando si fanno dei progetti non è facile accettare la realtà del cambiamento. Spesso poi entrambi i partner passano il fatidico momento in cui preferiscono non vedere e ragionare sulla realtà che hanno sotto gli occhi: quando un sentimento, o parte di esso, viene meno, la strada per ricostruire l’intesa è davvero lunga e impegnativa, sempre che sia possibile.

    Gli uomini poi tendono sempre a mascherare i loro sentimenti: difficile che un uomo pianga per una delusione d’amore ma spesso ne risente profondamente per anni.

    Per le donne è invece diverso: solitamente si aprono di più, ne parlano con le amiche e si sofgano, elaborando così la perdita e, in molti casi riuscendo a dimenticare davvero l’uomo che le ha fatte soffrire.

    Conosco molti uomini che, dopo essere stati lasciati, idealizzano talmente l’ex fidanzata da non trovarne un’altra di cui innamorarsi per anni. Magari sono gli stessi uomini che non hanno versato una lacrima per la fine della storia ma che hanno portato dentro il doloroso fardello non riuscendo mai a liberarsene.

    Ma capita anche spesso che gli uomini, davanti ad un abbandono non si rassegnino: telefonate, sms, regali …cercando disperatamente di riconquistare la loro donna e non capendo che i problemi di certo non si risolvono in quel modo.