Uomini e donne, la parità professionale si avrà solo nel 2033

da , il

    Lavoro

    Uomini e donne non sono uguali e purtroppo nel 2010 non sappiamo ancora cosa sia la parità sessuale. Non è uno sfogo di una femminista repressa, ma l’analisi dei dati diffusi da Manageritalia, la Federazione nazionale dei dirigenti e dei quadri professionali. Secondo l’organizzazione, alla fine del 2009 in Italia le donne rappresentavano il 40,7% della forza lavoro totale, nel 2005 erano il 40,1% e nel 2000 il 39,5%. E nonostante questa presenza importante, la parità professionale tra i due sessi in Italia è prevista soltanto nel 2033.

    Se la tendenza proseguirà invariata, nel nostro Paese le donne raggiungeranno la metà degli occupati, traguardo tagliato quest’anno dagli Stati Uniti, solo nel 2033. Direi che rispetto agli Usa, Paese cui il nostro si ispira in molte cose, siamo indietro di più di vent’anni e questo primato non ci fa certo onore. Negli Stati Uniti molte donne guadagnano già più del marito.

    La presenza femminile nel mondo del lavoro risulta comunque in aumento, con alcuni settori che registrano veri e propri boom: uno su tutti quello dirigenziale, dove si registra un +107,3% di manager femminili, con una punta del 123% nel pubblico.