Uomini e donne, le differenze che ci rendono tanto diversi

da , il

    Storia d amore amicizia uomini donne

    Uomini e donne, l’eterno mistero. Siamo diversi e questa è una certezza. Fanno, infatti, molto ridere quelle signore che tentano invano di cambiare il loro coniuge o quei signori che guardano la moglie (o la fidanzata) come fosse un alieno proveniente da altri mondi. Mi piace pensare che in realtà la coppia sia fatta da persone complementari. Romanticismo a parte, Marco Del Giudice, psicologo dell’università di Torino, in collaborazione con due colleghi della Manchester Business School ha elaborato 15 diversi tratti delle personalità.

    Per giungere a questo lungo elenco hanno intervistato ben 10 mila persone. Iniziamo subito a riassumere le principali differenze. La prima è la sensibilità, le donne sono apprensive e più “calde”, gli uomini più equilibrati e distaccati. Si assomigliano invece in perfezionismo, vitalità e capacità di astrazione.

    Tutti conosciamo il libro cult del nostro secolo, scritto da John Gray, “Gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere”, in cui l’autore sostiene che tra i generi ci siano differenze inconciliabili. La stessa cosa è stata detta, anche se in modo diverso, da Deborah Tannen in “Perché non mi capisci?”. A tal proposito, Marco Del Giudice ha dichiarato: “A differenza di altri studi, noi abbiamo studiato le caratteristiche dei due generi in modo più preciso. E abbiamo osservato che le differenze aumentano nettamente se invece di misurare un tratto alla volta si prendono in considerazione tutte le variabili insieme”.

    Insomma, un 20 percento della personalità è simile in maschi e in femmine. L’80 percento, invece, si differenzia. Bisogna però stare attenti nel dare un giudizio: quelli elaborati dello psicologo sono profili statistici, ogni persona è diversa e non può essere catalogata in parametri prestabiliti. Questo è anche il bello dell’amore.