Vacanze, le coppie gay viaggiano di più

da , il

    Si avvicina Capodanno e Natale e si torna a parlare, per fortuna, di viaggi e vacanze. Purtroppo non saranno molte le coppie che potranno permettersi soggiorni da favola, ma l’80% ha in mente di cambiare aria. Sono soprattutto quelle gay ad aver la valigia pronta.

    Il turismo gay non subisce la crisi mondiale, anzi, è uno dei pochi mercati in crescita, al punto che Assotravel, associazione che riunisce agenzie di viaggio e che è legata a Confindustria, ha organizzato, per il 10 e l’11 dicembre a Roma e a Milano, un seminario rivolto agli agenti di viaggio dal titolo: “Il Mercato del gay travel: le principali destinazioni turistiche e come relazionarsi con il viaggiatore gay”.

    Il reddito medio dei gay è, tra l’altro, il 38% superiore a quello della media italiana. In Spagna è stato calcolato che il turista gay spende in media il 30% in più degli altri, con una media di circa 130 euro al giorno. E il 31% degli omosessuali, in Italia, lo scorso anno ha fatto una vacanza in crociera.

    Le mete più gettonate dai turisti gay sono Gran Canaria in estate e le capitali europee in inverno, soprattutto Londra, Barcellona e Berlino, ma anche Vienna che negli ultimi anni si è posizionata a favore del target gay più ricco, fornendo ad esso cultura e divertimento. Così anche Bruxelles, che sta orientando la propria offerta sempre più a favore di questo segmento di mercato.