Warren Beatty: “Ho avuto più di 12mila amanti”

da , il

    Warren a 72 anni

    È uno dei volti più conosciuti di Hollywood ed è un vero latin lover. Per trentacinque anni (ovvero fino a quando è rimasto uno scapolone convinto) Warren Beatty è passato da un letto all’altro, per un totale di 12.775. Questo, facendo un rapido calcolo matematico, è il numero delle donne di cui si vanta senza alcun pudore. E a dirlo è una nuova biografia, «Star: How Warren Beatty Seduced America». Il libro, scritta dall’autore Peter Biskind, racconta le eccezionali performance sotto le lenzuola e di come perse la verginità all’età di 20 anni. Fortuna che sono le donne quell chiacchierone.

    Tra le sue amanti figurano donne come Julie Christie, Joan Collins, Natalie Wood, Diane Keaton, Jane Fonda e Janice Dickinson, senza dimenticare Madonna, con cui ebbe una relazione ai tempi di “Dick Tracy”. Insomma, primissima scelta. I pettegolezzi nel testo sono tanti e divertenti. Jane Fonda ha ammesso che all’inizio era convinta che l’attore fosse gay, salvo poi ricredersi già al primo bacio, «dove sembrava che ci stessimo mangiando a vicenda».

    Beatty smise i panni di amatore insaziabile sono quando conobbe la donna della sua vita. Annette Bening divenne sua moglie dal marzo del 1992. Fu amore a prima vista e da allora «lo sciupafemmine» Warren si è trasformato in un settantaduenne marito modello. Meglio tardi che mai. Ma voi ci credere? Avrà avuto di sicuro tante donne, ma così tante mi sembra davvero troppo.