Web: come cambiano le relazioni e i rapporti d’amore

da , il

    Web, incontri virtuali e pillole per ogni problema nei rapporti intimi: ecco cosa sta influenzando di più i nostri rapporti interpersonali e il nuovo modo di vivere l’amore. In un mondo in cui ci si conosce e ci si innamora in chat e in cui i ragazzi corteggiano su Facebook, quale sarà il futuro dei giovani che oggi hanno 12 o 13 anni. Se lo chiede anche il sociologo Alberoni in un articolo appena pubblicato sul Corriere della Sera. “Nel prossimo futuro ho l’impressione che le relazioni fra uomo e donna saranno condizionate dalla sempre maggior pregnanza dei rapporti attraverso il web, dalle manipolazioni farmacologiche del sistema nervoso e dall’ingegneria genetica”, sottolinea Alberoni. E come dargli torto?

    Ormai esiste una pilla per tutto: per eccitarsi, per calmare le pulsioni fisiche, per dormire, per magiare per concentrarsi e, come vi abbiamo riportato qualche tempo fa, anche per curare il mal d’amore.

    I figli tra non molto potranno essere modificati e scelti geneticamente dai genitori; con le manipolazioni del genoma potremmo avere figli esattamente come li abbiamo sempre desiderati, sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista mentale.

    Quello che osservo io nel mio piccolo è una tendenza sempre più forte a vivere la propria vita via web: basti pensare al successo di Facebook, dove ci si conosce e ci si corteggia, magari senza mai arrivare ad un incontro reale.

    Tanti i segnali d’allarme anche dal passato: i libri dei grandi come Orwell e Huxley ma anche quello dello stesso Alberoni, “I dialoghi degli amanti”, storia immaginaria ambientata in un mondo in balia della manipolazione genetica e neurofarmacologica, dove i protagonisti ritrovano se stessi solo grazie ad un amore sincero e profondo.