Affinità di coppia, la rivela la posizione in cui dormite

da , il

    Tempo fa avevo scritto un po’ sul linguaggio del corpo nel sonno. Il tema: dimmi come dormi e ti dirò chi sei, in realtà si suggeriva di osservare il partner la notte per capirne il carattere, le paure. Oggi facciamo un passo avanti e invece analizziamo il rapporto di coppia: molti studiosi sostengono che dalle posizioni che assumiamo a letto si può capire se c’è affiatamento, complicità, amore. Forse è vero, io sono un po’ dubbiosa sull’argomento. Per quanto mi riguarda sono molto agitata e cambio spesso posizioni. Non ho una regola, non mi piace però stare troppo vicini perché mi impedisce il movimento. Detto questo, non mi sembra ci siano problemi. E voi?

    L’esperto più famoso nel settore è la sociologa, Evany Thomas, che ha scritto ‘Secret language of sleep’ . Nel testo individua 38 posizioni. Un numero davvero molto elevato. Facciamo degli esempi per capire come etichetta i rapporti: se si dorme dandosi le spalle, toccandosi con il sedere, è un segnale positivo. Non l’avreste mai detto vero? Significa che c’è fiducia. Se uno dei due è di spalle e l’altro si avvinghia, c’è in corso una ricerca di sicurezza.

    Non vi preoccupate se nel sonno non vi toccate, non sempre significa che qualcosa non funziona: le coppie mature cercano indipendenza. Se invece è un fuggirsi allora sarà il caso che affrontiate l’argomento. Quasi sempre nel corsa della vita, si assumono tutte le posizioni: vuol dire che c’è un’evoluzione della coppia, nel bene e nel male.

    Foto tratte da

    123rf.com

    stetoscopio.net

    live.com/