Amore, qualche bugia è lecita?

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 12 ottobre 2009

Amore, qualche bugia è lecita?

In un rapporto di coppia è meglio essere sempre sinceri o si possono dire qualche bugia a fin di bene? Oppure per tutelare la nostra relazione sono ammesse le menzogne?
Esistono centinaia di situazioni quotidiane in cui utilizziamo una piccola menzogna: per gratificare un bambino, per intercedere col boss, per ‘abbindolare’ un cliente, per far felice il partner. Magari non si tratta di vere e proprie bugie, ma solo di omissioni, che però sono comunque una distorsione della verità.

Sono convinta che tra bugie e omissioni ci sia davvero poca differenza. Nascondere la verità o costruirne una finta è la stessa cosa. Secondo uno studio, la sincerità incondizionata non sempre è positiva per la coppia. Anzi, chi tace su certi argomenti, evita di approfondire certe questioni, mantiene intatta la relazione più a lungo. Certo, mentire per vivere meglio quello non è corretto e purtroppo ci sono molti uomini che lo fanno (1 su 10).

Alcuni argomenti che sono giustificati sono: gli ex (meglio evitare di nominarli o di parlare del passato), le opinioni (ti sta bene una cosa oppure no), il lavoro (la soddisfazione personale è importante, non si può smontarla) e poi i tradimento.

Secondo gli esperti, se la scappatella è stata fugace, un episodio isolato, un errore dettato da un momento di debolezza, non per forza è benefico essere sinceri. Insomma, tacere!