Canzoni belle d’amore: “Il timido ubriaco” di Max Gazzè

Oggi vi voglio proporre una bellissima canzone d’amore di Max Gazzè. Io amo questo cantautore per i suoi testi un po’ surreali ma che vanno letti nel profondo.

Pubblicato da Francesca Bottini Martedì 9 marzo 2010

Canzoni belle d’amore: “Il timido ubriaco” di Max Gazzè

Oggi vi voglio proporre una bellissima canzone d’amore di Max Gazzè. Io amo questo cantautore per i suoi testi un po’ surreali ma che vanno letti nel profondo. Questa canzone, “Il timido ubriaco” ha un senso molto profondo e parla di un amore talmente forte ma impossibile. Max Gazzè è uno dei miei cantanti preferiti che sa trasformare in parole i sentimenti più profondi ma sempre con un tocco di ironia e di malinconia. Vi propongo il video e il testo.

sposa
domani ti regalerò una rosa
gelosa d’un compagno non voluto
temuto
stesa
caldissima per quell’estate accesa
fanatica per duri seni al vento
io tento
tanto
quell’orso che ti alita accanto
sudato che farebbe schifo a un piede
non vede
dorme
tapino non le tocca le tue forme
eppure è ardimentosa la sua mano
villano
potranno mai le mie parole esserti da rosa
sposa
potranno mai le mie parole esserti da rosa
sposa

chino
su un lungo e familiar bicchier di vino
partito per un viaggio amico e arzillo
già brillo
certo
perché io non gioco mai a viso aperto
tremendo il mio rapporto con il sesso
che fesso
piango
paludi di parole fatte fango
mi muovo come anguilla nella sabbia
che rabbia
rido
facendo del mio riso vile nido
cercandomi parole dentro al cuore
d’amore

potranno mai le mie parole esserti da rosa
sposa
potranno mai le mie parole esserti da rosa
sposa

pare che coppie unite solo con l’altare
non abbian mai trovato le parole
da sole
forse
domani che pianissimo le morse
del matrimonio ti attanaglieranno
potranno

potranno mai le mie parole esserti da rosa
sposa
potranno mai le mie parole esserti da rosa
sposa
potranno mai…