Canzoni d’amore: il tormentone anti-matrimonio

Il singolo 'Per dimenticare' conquista radio e web: un milione di contatti su YouTube, oltre 2.000 passaggi radiofonici ed è già disco d'oro. Il tema trattato è la difficoltà dei giovani di assumersi la responsabilità del matrimonio

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 1 luglio 2009

Canzoni d’amore: il tormentone anti-matrimonio

Sposarsi sì, sposarsi no. Il gruppo Zero Assoluto in meno di 3 settimane ha confermato la canzone Per dimenticare uno dei tormentoni dell’estate 2009. Con 2.126 passaggi radiofonici, oltre un milione di contatti su youtube. La canzone affronta però il tema del matrimonio in modo ironico.
Maffucci e De Gaspari sdrammatizzano la difficoltà dei giovani ad assumersi responsabilità importanti, quali il matrimonio e la vita di coppia. E voi, siete pronti per questo passo o vi sentite vicini agli Zero Assoluto.

Allora quindi è vero,
è vero che ti sposerai
Ti faccio tanti, tanti cari auguri,
se non vengo capirai
E se la scelta è questa
è giusta lo sai solo tu
E’ lui l’uomo perfetto che volevi
che non vuoi cambiare più
.
Ti senti pronta a cambiare vita
a cambiare casa
a fare la spesa
a fare i conti a fine mese
a la casa al mare
ad avere un figlio, un cane.
Ed affrontare suocera, cognato
nipoti, parenti,
tombola a Natale,
mal di testa ricorrente
e tutto questo
per amore.

E forse partirò
per dimenticare
per dimenticarti

E forse partirò
per dimenticare
per dimenticarmi… di te, di te, di te

E grazie per l’invito
ma proprio non ce la farò
ho proprio tanti, tanti, troppi impegni
credo forse partirò

se avessi più coraggio
quello che ti direi
che quell’uomo perfetto
che tu volevi tu non l’hai capito mai.
Io sarei pronto a cambiare vita
a cambiare casa
a fare la spesa
e fare i conti a fine mese
a la casa al mare
ad avere un figlio, un cane.
Ed affrontare suocera, cognato
nipoti, parenti,
tombola a Natale,
mal di testa ricorrente
e tutto questo
per amore.

E forse partirò
per dimenticare
per dimenticarti

E forse partirò
per dimenticare
per dimenticarmi… di te, di te, di te.
Per dimenticare, per dimenticarmi, di te, di te, di te.