Come conquistare, a volte basta un sms scritto bene

Ricordatevi di evitare i messaggi chilometrici, fatti di frasi fatte o comunque scontate. La regola d’ora consiste nel terminare sempre con una domanda che preveda una risposta almeno articolata, per stimolare la conversazione.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 11 aprile 2010

Quante volte avete ricevuto un sms poco chiaro o poco gradevole? Un tempo c’erano le lettere, le telefonate. Oggi bastano pochi caratteri per corteggiare una persona. È più intimo di una mail e più immediato. Lo sa bene Andrea Favaretto, uno dei massimi esperti italiani di seduzione, oltre che motivatore e insegnante di comunicazione persuasiva, che ha appena pubblicato il suo ultimo libro, Dimentica i due di picche, diventa un asso di cuori (Anteprima). Qui trovate le tecniche per sedurre.
Una parte del volume è proprio dedicata alla conquista nell’era del telefonino: è un argomento che sulle pagine di Pour Femme abbiamo già trattato, ma avere delle regole da parte di un esperto è un’altra cosa, soprattutto per i signori maschietti, interlocutori preferenziali.

E se volete un assaggio, ricordatevi di evitare i messaggi chilometrici, fatti di frasi fatte o comunque scontate. La regola d’ora consiste nel terminare sempre con una domanda che preveda una risposta almeno articolata, per stimolare la conversazione.

Foto tratte da
deastore.com
trieste.it
zeusnews.it
tomshw.it