Come fare pace

Il vostro litigio si è concluso da poco e lui è andato via sbattendo la porta. Il rimorso vi assale immediatamente, gli hai lanciato insulti e frasi che in realtà non pensi. E allora, come fare pace?

Pubblicato da Francesca Bottini Giovedì 23 aprile 2009

Il vostro litigio si è concluso da poco e lui è andato via sbattendo la porta. Il rimorso vi assale immediatamente, gli avete lanciato insulti e frasi che in realtà non pensi. E allora, come fare pace?

Se sei convinta di aver ragione, è comunque giusto chiedere scusa per gli insulti e le parolacce, tentando di spiegare, in modo calmo questa volta, le tue ragioni.

Se invece il torto era pienamente tuo non ti resta che fare un mea culpa e scusarti. Se poi il litigio è stato particolarmente violento chiediti anche cosa possa aver scatenato reazioni tanto esagerate: forse i rancori e situazioni del passato non ancora chiarite completamente in certi momenti tornano a farsi sentire.

Se il motivo della lite non è poi così importante, i chiarimenti possono aspettare: vai a trovarlo e bacialo. Un abbraccio vale più di mille parole!

E, se non siete molto brave a motivare le vostre sensazioni, scrivete una lettera: metodo infallibile per riuscire a farsi ascoltare senza interruzioni.

Evitate di mettere in mezzo amici o parenti: siete mature per avere una relazione e quindi anche per assumervi le vostre responsabilità!

Fotografie tratte da
byfiles.storage.live.com
http://i28.tinypic.com/sg1lrd.jpg