Come farsi lasciare da un ragazzo

da , il

    Come farsi lasciare da un ragazzo

    Vi siete accorti che il vostro rapporto è logoro? Ci sono momenti della vita in cui si è stanchi, talmente stanchi che si perde interesse anche nell’amore o forse questo è solo il sintomo che la relazione che si sta vivendo si è esaurita. Capita, magari dopo anni. Si inizia con passione ed entusiasmo, ma crescendo le strade si dividono e ci si ritrova a un certo punto della vita accanto a un uomo, cui vogliamo bene, ma sentiamo di non condividere più alcuna passione. E allora come fare? Lasciarlo sarebbe la soluzione migliore, ma avete paura che per lui lo stress sia eccessivo. Non si è accorto di questa vostra situazione. Ecco quindi come farsi lasciare, l’unica alternativa possibile.

    Onestamente un rapporto strutturato si merita un po’ di sincerità. Dovreste parlarne con lui, spiegargli come vi sentite. Se non avete altri interessi (siete sicuri che non vi piace nessuno?) non dovreste aver alcun motivo di mentire. Se invece temete reazioni radicali (è violento? Depresso?), allora usate un’altra tecnica. Ecco come farsi lasciare e fargli credere sia una sua decisione.

    La prima cosa è giocare su tutte quelle cose che non sopporta e tormentarlo. Per esempio detesta che tocchiate la sua roba, magari il pc. Potreste navigare e mettere scompiglio sul suo desk. Così come non tollera la gelosia. È tempo di scenate e fingere un’insicurezza patologica. Controllate la sua posta, lasciate qualche commento strano su Facebook, sbirciate nel cellulare e riprendetelo davanti ai suoi amici. Questa è una cosa che dà davvero molto fastidio a chiunque.

    Un’altra cosa che gli uomini sopportano poco sono le continue telefonate di controllo. Dove sei? Quando torni? Sei in ritardo? Vengo anch’io? Invadere i suoi spazi è davvero intollerabile. E se non ha nulla da nascondere si sentirà molto offeso da questo comportamento privo di fiducia.

    Che tipo di persona è? Ama le smancerie pubbliche. Se le detesta, ecco un altro punto debole. Baci e abbracci come fossero pioggia. In ogni momento, magari a scuola o davanti ai colleghi di lavoro. Ciò che dovete negare sono i rapporti. È un periodo che avete un mal di testa tremendo e non potete per nulla assecondare le sue debolezze.

    Arrivati a questo punto dovreste non contare più le litigate e la classica frasettona da dire è questa: “Se non mi accetti così come sono, forse non mi ami davvero. Non posso cambiare per te, mi sono impegnata e per un po’ ho provato a reprimere la mia vera natura, ma ora voglio essere naturale”. Dovrebbe iniziare a vacillare il rapporto.

    Poi vi passo un ultimo consiglio. A me è capitato ed è una cosa di cui non mi vanto. Se nulla serve, se lui è ossessivo e non ne vuole sapere. Chiudete il rapporto con una telefonata e sparite. Tornerete per le scuse e le spiegazioni quando la rabbia sarà sparita.