Come tradire il partner durante le vacanze

In estate è più facile tradire: ecco le regole per concedersi qualche scappatela senza farsi beccare dal fidanzato o dalla fidanzata.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 29 luglio 2011

Come tradire il partner durante le vacanze

Il tradimento è davvero uno degli argomenti caldi dell’estate. Dopo aver parlato, ieri, dei potenziali segnali per scoprire un partner infedele, oggi invece cerchiamo di capire come concederci qualche scappatella senza essere beccati. I dati e i consigli che trovate nel testo sono stati elaborati da un’indagine di Incontri-extraconiugali.com, portale di incontri per persone sposate o in coppia. La prima cosa da fare è non esagerare. Non concedetevi più di una relazione, o nascondere il “danno” potrebbe essere molto complicato.

È fondamentale non trascurare i ritmi abituali e cercare di telefonare alla propria dolce metà con una frequenza adeguata: né troppo né troppo poco, affinché non si accorga della differenza. Non raccontate troppe bugie, soprattutto se avete la memoria molto corta.

Le scappatelle estive dovrebbero limitarsi al periodo delle vacanze. Secondo lo staff di Incontri-extraconiugali, non è necessario, né consigliato, lasciare il numero di cellulare all’amante e soprattutto continuare i contatti anche dopo la fuitina estiva.

Inoltre, in molti casi è meglio dare un nome finto, per essere sicuri che chiuso il flirt non ci siano ripercussioni. Se poi questa persona vi piace particolarmente e desiderate proseguire la storia, è meglio evitare di conservare messaggi sul telefonino o nelle mail.