Conquistare un ragazzo fidanzato? Lascia perdere!

Conquistare un uomo già fidanzato è un'impresa quasi impossibile. Non perché lui ami la sua compagna e non la lascerà per voi. Ma solo perché ama se stesso.

Pubblicato da Manuela Mazzocchi Martedì 15 maggio 2018

Conquistare un ragazzo fidanzato? Lascia perdere!

Cara M, non si capisce come mai trovo solo uomini fidanzati, credimi non sono un cliché, non me li vado a cercare, li incontro in situazioni normalissime e spesso mi dicono che sono fidanzati subito, come fosse una cosa che fa parte di loro con cui io devo fare i conti se li voglio vedere.
A volte passo oltre e non mi fermo, a volte mi piacciono e mi toccano le briciole.
Come si esce da questo tunnel?
C


Cara C, il tunnel delle briciole, come quello della pioggia nel deserto, di questi tempi è piuttosto comune.
Ci si siede su seggiole scomode, sgabelli con tre gambe che stanno in equilibrio solo grazie ai nostri enormi sforzi e ci si racconta che il respiro sia meno agitato, che l’aria arrivi un po’ di più nei polmoni, che tutto faccia meno male.
E’ tutto vero come le tette delle Rodriguez. Le vorremmo tantissimo, ma son finte.
Ti credo quando dici che non sei un cliché e che non giri con un passamontagna alla fiera Oggi Sposi a rubare i fidanzati alle tue sorelle della confraternita della Sindrome Premestruale.
E ti assolvo perché nessuno ruba uno che non voglia essere refurtiva.
Donne basta con la favola del “è arrivato un mignottone (perdonate la licenza poetica) e me l’ha portato via”. Se va con un’altra è consenziente. Non lo drogano, non lo avvolgono in un tappeto facendogli perdere i sensi e non lo minacciano dicendogli che se non le tocca le tette voi sarete date in pasto ai lupi.
Detto questo, C, il popolo dei donatori di briciole, che hanno a casa una che gli stira le mutande, che loro coraggiosamente si sfilano davanti a te, quasi mai la lasceranno. O meglio non la lasceranno per te.
Perché la amano? NAAAAAAAAAAAAAA.
Se fosse così a letto ci porteresti il manuale del punto croce.
Perché principalmente amano loro stessi e né tu né lei per ovvi motivi venite prima di quello che vedono nello specchio la mattina.
Per cui da questo tunnel ci entri svoltando a destra prima di imboccarlo.
Ma capisco che il deserto sia un posto solitario e che faccia un caldo della madonna.
Soprattutto in questo periodo.
E che spesso sono carini, intelligenti MA fidanzati per cui una si ferma a vedere com’è.
E allora devi prenderla come una cosa che si fa ogni tanto.
Niente amanti di ruolo che è come svuotarsi il cuore con un cucchiaio da minestra.
Fatti una cena e un giro di giostra ogni tanto.
Poi butta via anche il pensiero.
Sia chiaro, ho visto anche amori cominciare cosi. Ho visto uomini che lasciavano la fidanzata, la moglie, il cane, i figli e sceglievano l’altra.
Ho visto anche degli eterosessuali in Porta Venezia a Milano una volta.
Niente è impossibile.
E se hai 35 anni e due mele o poco più, per citare i Puffi, i parcheggi sono quasi tutti presi e trovare un etero single equivale al Santo Graal. Lo so. Stai tranquilla.
Ma se una cosa è presa è più difficile.
Punta su quelli liberi che se sono liberi sono solo allergici ai legami, serial dater, affetti da disturbi comportamentali, con madri ossessive, delfini curiosi o se proprio ti va bene serial killer. (SCHERZO)
Insomma C, con le briciole non si cucina nulla, te lo direbbe anche Alessandro Broghese.
E quando penso a una cosa a tre, sarà generazionale ma a me viene in mente sempre la “povera” Glenn Close in attrazione fatale, che nella foto ci ricorda che 3 non è il numero prefetto.
Cerca un parcheggio tutto tuo!
Forza!