Coppie famose: è morta Sandra Mondaini

da , il

    Sembra proprio che non si possa vivere senza amore. E’ morta Sandra Mondaini, dopo solo cinque mesi di separazione dal suo compagno di vita (e di lavoro) Raimondo Vianello. Sono il simbolo dell’unione, della coppia per eccellenza. Un’alleanza, un patto di solidarietà. Non è facile, soprattutto nella società contemporanea, vedere amori così veri e al tempo stesso riservati. Perché se è vero che in tv hanno portato finti litigi e tradimenti, del loro privato si è sempre saputo pochissimo, se non dell’amore che avevano per i loro due figli adottivi, Raymond e Gianmarco. Insomma, una mosca bianca in un mondo dove le coppie continuano disfarsi e a riformare famiglie sempre più allargate.

    Certo anche quella dei Vianello era una grande famiglia allargata, ma molto originale. E ricordando coppie famose, divise purtroppo dalla morte, non possiamo non pensare ad altri due partner che non hanno saputo resistere alla lontananza: Giorgio Amendola e la moglie Germaine, scomparsa poche ore dopo il marito, stroncata dal dolore.

    Sandra e Vianello si sono incontrati nel 1958 e, qualche anno dopo, Raimondo ha chiesto la mano della sua Sandrina (così la chiamava) davanti all’amico Gino Bramieri e a una bella cotoletta. E’ stata una grande proposta di matrimonio. Molto romantica e ad affetto, tanto che la Mondaini, famosa per la sua chiacchiera, è rimasta senza parole.

    Sandra Mondaini è morta, questa mattina poco prima delle 13, all’ospedale San Raffaele di Milano dove era ricoverata da circa 10 giorni. Una vita consumata tra le luci della ribalta e l’ombra rassicurante della casa milanese. Avena 79 e da 50 un unico grande amore.