Cosa sono i preliminari femminili

Per avere dei rapporti felici, bisogna prestare attenzione ai preliminari, soprattutto per le donne.

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 14 luglio 2010

Cosa sono i preliminari femminili

L’intimità per le donne è un po’ meno meccanica, è fatta di gesti dolci, di carezze, di sintonia. Gli uomini sorridono con malizia quando si parla di preliminari perché loro non hanno bisogno di tutte queste coccole, anzi a volte vorrebbero raggiungere quanto prima il piacere. Ma bisogna accettare le diversità fisiche e capire che per creare la giusta armonia durante il rapporto è bene dedicarsi al piacere del partner, senza riserve. E anche gli uomini meno affettuosi scopriranno un universo nuovo, molto più profondo e privato. Cerchiamo di capire perché sono così importanti.
Si chiamano preliminari proprio perché indicano i gesti che si compiono prima di raggiungere il rapporto completo. Di solito si vanno a toccare e a stimolare quelle zone chiamate erogene, per accendere il desiderio femminile e aiutare la donna ad “ospitare” il partner.

Ognuno ha le sue tecniche e ogni coppia trova un suo rituale. Non ci sono delle regole (se volete potete studiare i rapporti tantrici). Ciò che conta è assecondare i desideri dell’altro, andando a scoprire il suo corpo come fosse una mappa che porta a un tesoro segreto.

Le prime volte non sarà semplicissimo, perché l’intesa a letto è qualcosa che va coltivata con tempo e dedizione. Ricordatevi che le zone del piacere femminile sono il decolletè, il collo e le natiche. Quindi anche utilizzando delle semplici carezze si possono inviare messaggi inequivocabili al proprio amore.