Fare l’amore, presto arriverà il pillolo (per lui)

La pillola del futuro sarà un pillolo, ovvero una piccola compressa che dovrà essere assunta dagli uomini per proteggere da gravidanze indesiderate. Si stanno ultimando gli studi

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 29 giugno 2010

Fare l’amore, presto arriverà il pillolo (per lui)

L’amore sta per cambiare. Forse potrebbero davvero ribaltarsi i ruoli. Spesso parliamo di anticoncezionali e di come siano poco usati dai giovani. Il preferito resta il preservativo, seguito dal coito interrotto e dalla pillola. In condom in molte occasioni in viene usato perché toglie sensibilità o spezza l’armonia del rapporto, mentre le donne lamentano che la pillola dia parecchi disturbi (cellulite, mal di testa, ecc) e poi non è facile da ricordare. Forse, e lo ripeto ancora una volta, sta per arrivare l’anticoncezionale che mettere d’accordo tutti.
È il «pillolo», il corrispettivo maschile del metodo anticoncezionale usato dalle donne di tutto il mondo. La pillola per gli uomini studiata dall’equipe israeliana non ha alcuna componente ormonale. Si tratterebbe di una molecola in grado di neutralizzare una proteina contenuta nello sperma necessaria per la fecondazione.

In questo momento il farmaco è sotto test in laboratorio, quindi prima di cantar vittoria bisogna attendere i risultati. È sempre un farmaco e non ci si può scherzare. Ci sono però dei limiti culturali che i ricercatori israeliani già sono convinti di superare: prima cosa ricordarsi di prendere una compressa al mese o al trimestre non richiede un grande sforzo e poi non darà alcun problema di virilità.

«La contraccezione del futuro sarà sicuramente di questo tipo, sia dalla parte dell’uomo che dalla parte della donna, senza alcuna alterazione degli equilibri ormonali», Mariacristina Meriggiola, responsabile dell’equipe dell’ospedale Sant’ Orsola di Bologna

Foto tratta da imageshack.us