Il matrimonio aiuta a sviluppare l’autocontrollo

L'amore rende le persone migliore: lo ha verificato un gruppo di esperti in criminologia.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 29 settembre 2011

Il matrimonio aiuta a sviluppare l’autocontrollo

Dopo il matrimonio, le persone hanno più autocontrollo. Lo avete notato? A sostenere questa tesi è un gruppo di ricercatori della Monash University (Australia), che ha esaminato le variazioni nel consumo di marijuana e nell’autocontrollo in relazione all’età e allo stato civile. Sembra quindi che trovare l’amore e soprattutto convivere aiuti a smussare gli angoli del carattere, quelli più spigolosi, e a imparare la capacità di saper mediare, cosa che invece ai single non succede.

Walter Forrest, criminologo della Monash University, uno degli autori dello studio, ha commentato: “La maggior parte delle persone sembrano sviluppare un maggiore autocontrollo con il passare degli anni, ma le persone sposate sembrano sperimentare un incremento dell’autocontrollo indipendentemente dall’età in cui si sono sposate”.

Se avete notato l’esperto in questione non è un semplice psicologo, ma un criminologo. Perché? Intanto perché sono stati studiati i comportamenti criminali delle persone ed è per esempio risultato palese che i ragazzi che consumano marijuana hanno più possibilità di smettere una volta sposati, rispetto ai single.

Secondo gli studiosi il matrimonio aiuta a ridurre la criminalità perché nel commettere reato le persone coniugate sentono di avere più da perdere. È un modo sicuramente meno romantico di vedere le nozze, ma mi piace credere che il matrimonio o comunque l’amore ci renda migliori. Che ne dite?