Kare Log, l’app contro le infedeltà scatena la protesta dei mariti in Giappone

Un gruppo di mariti giapponesi ha deciso di manifestare contro un'applicazione per scovare gli infedeli.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 10 novembre 2011

Kare Log, l’app contro le infedeltà scatena la protesta dei mariti in Giappone

Esiste una nuova app sull’infedeltà. Si chiama Kare Log ed è un vero strumento di spionaggio per scoprire se il partner è un traditore oppure no. Non è la prima volta che nascono strumenti di questo tipo, ma è la prima volta che un gruppo di mariti in Giappone decide di manifestare. È intervenuto, accanto ai signori indignati, anche il Ministro delle comunicazioni. Ma ora vediamo meglio come dovrebbe funzionare la celeberrima app.

È un programmino per smartphone studiato per le signore giapponesi, le quali pagando un canone di 5 euro al mese, potevano essere aggiornate sulla posizione del telefonino del fidanzato (per capire se è stato veramente in un posto oppure no) e sulla carica. Sono molti i fedigrafi che spengono l’apparecchio dando la colpa alla batteria.

È stato un vero successo. È uscita sul mercato i primi di agosto ed è stata scaricata, nel giro di poco, 24 mila volte. È ovvio che questa popolarità è durata poco. Sono scoppiate le proteste, le polemiche, si è parlato di violazione della privacy, ecc. E alla fine è intervenuto anche il Ministro, in difesa dei mariti.

L’azienda di produzione, fino a quel momento sconosciuta, ha deciso di modificare l’app. Il problema di base stava nel fatto che le mogli potevano scarica l’app sul cellulare del coniuge e lui non se ne accorgeva, perché non compariva l’icona. Ora invece l’icona si vede e per monitorare gli spostamenti ci vuole una password.