L’uomo italiano è un amante timido e vanitoso

il 28% ha avuto un flirt sul lavoro, rispetto al 18% degli inglesi. In linea di massima questo potrebbe essere anche incrociato con un dato relativo al tradimento.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 23 aprile 2010

Come credete che sia il maschio italiano? Una volta l’uomo latino era considerato il latin lover per eccellenza: bello, solare e galante, poi ha perso una po’ di lustro e anche lo doti di amatore sono calate. Un nuovo sondaggio, condotto dalla società Akuel (produce preservativi di ottima qualità) ha stilato un nuovo ritratto dell’uomo nostrano. È fedele, timido e vanitoso. Adora fare l’amore, ma purtroppo, ha anche confermato anche il trend che non lo vede più particolarmente focoso tra le lenzuola.
Il sondaggio è stato fatto tra un campione di ragazzi tra i 19 e 30 anni, condotta in cinque Paesi (Francia, Ungheria, Italia, Polonia e Gb) per il lancio di un nuovo condom in sensoprene. Volete sapere cosa hanno dichiarato i nostri maschietti? Bene, il 28% ha avuto un flirt sul lavoro, rispetto al 18% degli inglesi. In linea di massima questo potrebbe essere anche incrociato con un dato relativo al tradimento.

Un terzo degli intervistati ha dichiarato di essersi fotografato e aver inviato immagini spintevia cellulare, contro il 50% degli inglesi, il 60% dei francesi e il 32% dei polacchi. Il 39% dei giovani italiani ‘si preoccupa’ di come appare il proprio fisico, in quel momento là. Non dovrebbero preoccuparsi di far star bene la partner??

Il rapporti durano circa 14 minuti: lo stesso degli inglesi. E sono i francesi a battere i vicini europei di un minuto, con ben 15 minuti netti di effusioni. Cavoli, c’è da consumarsi.

Foto tratte da
estroitaliano.com
ilmatemagico.com
nerve.com
ohjohnny.net/