La poesia d’amore “Afferro le sue mani” di Tagore

Oggi vi proponiamo la bellissima poesia d'amore "Afferro le sue mani..." di Tagore un modo stupendo di dire alla vostra dolce metà quanto la amate.

Pubblicato da Francesca Bottini Venerdì 10 febbraio 2012

La poesia d’amore “Afferro le sue mani” di Tagore

Oggi vi proponiamo una bellissima poesia di Tagore che si intitola “Afferro le sue mani”. Dedicare una poesia d’amore è un modo bellissimo e molto romantico di esprimere i propri sentimenti. Non bisogna aspettare San Valentino, la festa degli innamorati , per fare una dolce dedica; perché aspettare giorno per dire quello che non avete mai detto alla vostra dolce metà? E perché non farlo proprio con la stupenda poesia “Afferro le sue mani” di Tagore? ecco allora il testo di una delle poesie d’amore più dolci di sempre!

Afferro le sue mani
e la stringo al mio petto.
Tento di riempire le mie braccia
della sua bellezza,
di depredare con i baci
il suo dolce sorriso,
di bere i suoi bruni sguardi
con i miei occhi.
Ma dov’è?
Chi può spremere l’azzurro dal cielo?

Cerco di afferrare la bellezza;
essa mi elude
lasciando soltanto il corpo
nelle mie mani.
Stanco e frustrato mi ritraggo.
Come può il corpo toccare
il fiore che soltanto
lo spirito riesce a sfiorare?