Le frasi d’amore più belle dei libri più famosi

Quando si è innamorati è difficile tradurre a parole ciò che si prova quindi dedicare a lui delle frasi d'amore è un gesto semplice con cui fargli capire quanto è importante. Se non sapete cosa dire potete trarre ispirazione da tantissime frasi d'amore, ma le più belle restano quelle della letteratura, sempre dolci e appassionate. Ecco allora le frasi d'amore più belle racchiuse in alcuni libri famosi.

Pubblicato da Francesca Bottini Martedì 21 febbraio 2012

Le frasi d’amore più belle dei libri più famosi

Quando servono spunti per scrivere una dedica romantica si ricorre sempre alle solite citazioni: dalle frasi sull’amore del Dalai Lama agli aforismi di Osho. Oggi vi vogliamo proporre qualcosa di speciale così potrete scrivere delle dediche davvero originali; abbiamo raccolto le frasi d’amore più belle contenute in alcuni libri famosi: si tratta di frasi bellissime che provengono dai componimenti degli autori più famosi e più amati di sempre. Forse starete pensando alle frasi sull’amore di Fabio Volo o alle frasi di Moccia, ma ci sono anche tantissimi altri libri in cui potete trovare frasi dolci da dedicare. Ecco per voi le frasi d’amore tratte dai libri più famosi.

  • Lolita. Luce della mia vita, fuoco dei miei lombi. Mio peccato, anima mia. Lo-li-ta: la punta della lingua compie un percorso di tre passi sul palato per battere, al terzo, contro i denti. Lo.li.ta. Era Lo, semplicemente Lo al mattino, ritta nel suo metro e quarantasette con un calzino solo. Era Lola in pantaloni. Era Dolores sulla linea tratteggiata dei documenti. Ma tra le mie braccia, era sempre Lolita. (Vladimir Nabokov – Lolita).
  • …pensava che il suo rapporto con Alice fosse come quello tra due numeri primi: uguali ma divisi da un solo numero, vicini ma mai abbastanza per toccarsi davvero…(Paolo Giordano “La solitudine dei numeri primi”)
  • Quando l’amore mi ha scacciato è stata la crudeltà ad avere pietà di me…(da “Il dardo e la rosa” di Jacqeline Carey)
  • E ci sei e scegli di restare, allora ricorda le cose che non sai, tienile strette, non farle scappare, che il giorno verrà per poterle sapere.
    Se ci sei e sai come amare, allora ricorda le cose che dai, tienile altrove, non farle tornare, che il giorno verrà per poterle riavere.
    Se ci sei e e pensi di partire, allora ricorda le cose che vuoi, tienile calde, non farle tacere, che il giorno verrà per poterle meritare. (da Scusa ma ti chiamo amore di Federico Moccia)