Matrimonio, molte coppie non si sposano per paura del divorzio

Lasciarsi dopo le nozze ha un costo emotivo ed economico molto pesante e fa paura. Ecco perché molte giovani coppie decidono di non sposarsi e preferiscono convivere senza impegno.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 22 dicembre 2011

Matrimonio, molte coppie non si sposano per paura del divorzio

Si rimanda il matrimonio per paura del divorzio. Succede a molte giovani coppie che decidono di non sposarsi per evitare il temuto fallimento. Questa forse è la malattia delle nuove generazioni, che hanno smesso di rinunciare al “vissero felici e contenti”. Devo ammettere che un po’ di realismo non fa mai male, ma se diventa pessimismo cronico e ostacola anche i sogni più romantici, allora bisogna fare qualcosa, bisogna trovare il modo per ricominciare a credere che il futuro sia migliore.

La fobia del divorzio è stata diagnosticata da una ricerca delle Cornell University e University of Central Oklahoma (Usa). Dall’indagine è emerso che il 67 percento delle coppie conviventi decide di non recarsi all’altare perché spaventate dalle conseguenze legali di un divorzio. Le conseguenze, ovviamente, sono di carattere economico ed emotivo.

Il matrimonio è diventato, tra l’altro, una cosa per ricchi. Una volta ci si sposava per sistemare i conti della famiglia, oggi invece sei i bilanci sono già sanati. Dalla ricerca è, infatti, emerso che le coppie più benestanti sono favorevoli al Sì, rispetto invece a quelle meno abbienti, che vedono le nozze come un problema economico.

Tra uomini e donne, c’è differenza? Sicuramente le donne sono più preoccupate. È emerso da un sondaggio recente che sono anche quelle che ci rimettono di più economicamente. Insomma, il matrimonio sta passando di moda? Non ancora, soprattutto in un Paese come l’Italia. Sicuramente c’è un calo molto significativo.