Non riusciamo a diventare 3

Maternità, tra desiderio e istinto: se difficile da realizzare sembra manchi un pezzo, ma forse basta fare pace con l'idea di essere intere. Non lo siamo. Mai.

Pubblicato da Manuela Mazzocchi Giovedì 14 giugno 2018

Non riusciamo a diventare 3

Cara M, sono sposata innamorata e felice, ma non riesco ad avere figli.
Ci stiamo provando in tutti i modi ma nessuna terapia pare funzionare.
C’è l’adozione, mi dirai, ma anche quella strada lì sembra lastricata di ostacoli e problemi.
Forse dobbiamo restare in 2. Non credere che non sia grata. Ma mi manca un pezzo.
F.


Cara F., a tutti manca un pezzo. Anzi più di uno.
Dovremmo fare pace con l’idea di essere interi, credo.
Siamo vasi spezzati dal momento in cui veniamo al mondo all’istante in cui lo lasciamo. E va bene così.
Dici siete in 2, beh, vista da me che sono un 1, anche uno 0,5 nelle giornate in cui non c’è verso di far girare bene niente, mi pare un buon numero.
Ma il numero perfetto non esiste.
E lo so che adesso ti pare che riescano tutte a farsi ingravidare, anche le cicciopazienti del Dottor Nosaradan che pesando 2345 tonnellate e mangiano pizze grandi come la superficie del Kentucky e hanno la curva glicemica che si vede anche con una sonda spaziale.
Anche e soprattutto quelle che “non lo stavamo minimamente cercando, è capitato”, e tu le finiresti a colpi di sonaglino.
F., la vita va un po’ a cazzi suoi. La sensazione spesso è quella di stare su una bici da spinning da 40 anni pedalando come la buonanima di Pantani e di vedere nello schermino la scritta fissa “HAI BRUCIATO BEN 4 KILOCALORIE”.
So bene cosa si prova.
Ricordati che io sono un 1 nelle giornate buone.
Ma ricordati ancora di più che su questa bici, per quando vorresti scendere e schiacciarla con un Hammer, ci devi stare.
Siamo tutti vasi spezzati, ma siamo vasi bellissimi.
E io ti auguro di figliare come un coniglio, e mi auguro di uscire, girare l’angolo e trovare Tom Hiddleston, ma a questo punto va bene anche quello che mi ha sorriso in ascensore che era un amore.
Se non andrà così arriverà lo stesso il bene, di un’altra forma, con un altro numero.
Non ti fissare altrimenti non lo RICONOSCERAI.
Te lo ripeto.
Ci tengo.
NON TI FISSARE ALTRIMENTI NON LO RICONOSCERAI.
Forza F! C’è gente che voleva fare l’etoile all’Opera di Parigi e adesso è felice scrivendo la Posta del Cuore.
Daje!