Nostalgia dell’ex? E’ una cosa normale

Sentire tenerezza e pensare al passato non è una cosa grave, soprattutto se certi ricordi sono teneri. Non sentitevi in colpa se avete nostalgia dell'ex, magari non ditelo al vostro nuovo partner

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 1 luglio 2010

Avere nostalgia dell’ex. È capitato a tutti, a volte si arriva a pensare di esserne ancora innamorati e nel caso di personaggi famosi si moltiplicano i pettegolezzi. Pensiamo Brad Pitt e a Jennifer Aniston, o a Michelle ed Eros Ramazzotti. Forse i migliori sono stati Demi Moore e Bruce Willis, che si sono ricostruiti una vita, mantenendo ottimi rapporti, tanto che non hanno alcun problema a farsi vedere tutti insieme con i figli. Purtroppo però di solito non funziona così, c’è la gelosia del nuovo compagno e la necessità di staccarsi per farsi una vita propria.
Avere però nostalgia o sentirne la mancanza è una cosa normale, e lo dimostra uno studio del Centro di ricerca sull’identità personale dell’Università di Southampton. L’équipe inglese di psicologi ha sottoposto un gruppo di volontari a una serie di stimoli, come fotografie o musiche, che li riportavano a momenti importanti della loro vita affettiva.

Un tuffo nei ricordi, nel passato. Sono stati poi sottoposti a una risonanza magnetica e gli esperti hanno potuto notare che si accendevano alcune zone in particolare: principalmente la corteccia prefrontale, ma anche amigdala, talamo e ipotalamo.

La nostalgia dell’ex dà un senso di benessere. E dunque non sentitevi in colpa se rispolverate, con tenerezza, l’album di foto del primo amore. Ovvio, se diventa qualcosa che non riuscite a controllare forse dovreste chiedervi se è solo nostalgia o c’è qualcosa di più.

Foto tratte da
nakednews.it
panorama.it
topnews.in
ivillage.com
dailymail.uk