Per sedurre un uomo bisogna essere dirette

Nessuna frase sdolcinate, andate dritte al dunque, solo così potrete sedurre il vostro uomo. Questo è quello che sostiene un gruppo di ricercatori.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 17 dicembre 2010

Per sedurre un uomo bisogna essere dirette

Per sedurre un uomo bisogna essere dirette. Avevate pensato di fare un po’ le gattine morte, sbattere forte le ciglia e mostrare quanto siete belle? Avete sbagliato. Lo sostiene un gruppo di ricercatori della Bucknell University in Pennsylvania (Usa). Per questi esperti, la migliore arma di seduzione è essere molto chiara e rendersi da subito disponibili. Devo dire che non è una tecnica che condiviso e vorrei anche fare una riflessione su questo: è ovvio che l’uomo se fai così abbocca, ma per una cosa seria? Non credo proprio.

Secondo i ricercatori, gli uomini avrebbero difficoltà a interpretare i sottintesi, le frasi maliziose o il linguaggio del corpo. E fin qui non ci piove. Per arrivare a queste conclusioni, gli studiosi hanno chiesto a un gruppo di donne quale fosse il modo e le frasi con cui cercano di attaccare bottone nella maggior parte delle volte.

I risultati hanno portato a questa conclusione: le domande più apprezzate dagli uomini sono state quelle più dirette: al primo posto lo scambio di numeri telefonici, seguito da “hai programmi per dopo?” e “cosa fai stasera?”. Cosa ne pensate amiche?

Joel Wade, la psicologa che ha coordinato lo studio, ha commentato: “L´indicazione diretta di un possibile appuntamento dà all´uomo un segnale chiaro e inequivocabile. Quando si punta tutto sui segnali del corpo o su indicazioni indirette e verbali, il maschio si trova in difficoltà perché costretto a un’opera di decifrazione”.