Perdere l’amore è il dolore più grande

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 23 giugno 2010

Perdere l’amore è il dolore più grande

Cosa c’è peggio della gelosia? Quale pensate sia la paura principale di un partner innamorato? Mi verrebbe spontaneo dire il tradimento, forse perché se scoprissi una cosa simile ne fare i una malattia. In realtà secondo un’analisi medico-scientifico la principale ansia è la paura di essere abbandonati. Ritrovarsi soli, senza più nulla, con il fallimento di una relazione è peggio del peso e della delusione di una scappatella per il 60% delle persone. Il team che è giunto a questa analisi è composto da criminologi, psichiatri e medici legali. Ascoltate la canzone di Massimo Ranieri: la disperazione è percepibile.
Gli esperti hanno preso in esame le nuove forme di comportamento che, nei casi più gravi, sfociano nello stalking o nell’uxoricidio. Sono sempre maggiori i casi di molestie di ex che non accettano la separazione e continuano a tormentare quello che considerano il loro grande amore.

Uno dei momenti più a rischio, secondo gli esperti, è quello della prima gravidanza, ”quando il partner sente che l’attenzione della donna è distolta da lui e può soffrire di un forte senso di abbandono tale da spingerlo all’omicidio”. Il maschio italiano è sempre meno ‘Orlando furioso’, sempre meno preoccupato del proprio onore e del proprio orgoglio maschile quanto è mosso dalla paura di perdere la moglie o la compagna.

In questo diventa molto umano e più dolce, perché queste paure sono sempre state soltanto femminili. Il motivo di questo cambiamento si dice essere sociale: si cerca l’unità della famiglia. Inoltre, le separazioni non sono più un motivo sufficiente per addebitare il costo della separazione. Perdere l’amore è una ferita più profonda.